Any Questions? Call Us: 1-223-355-2214

LA CARTA DEI PRINCIPIun impegno concreto

12

Soggetti aderenti

8

Quartieri

12

Camp

600

Ragazzi

80

Educatori

12

Settimane di attività

IL PROGETTO DI INTERVENTO CITTADINOun piano per la ripresa e la ricostruzione di una vita sociale

La condizione sociale della nostra città, “contagiata” dall’emergenza COVID 19, porta oggi alla necessità e all’opportunità di approcciarsi alla “Fase 2” con uno sguardo progettuale e collettivo al fine di contenere il più possibile situazioni di emarginazione ed impoverimento, ricostruendo la vitale e necessaria relazione umana.La risposta all’emergenza sanitaria e il tempo del “lockdown” hanno fatto emergere inevitabilmente, accanto alle esperienze personali di dolore, situazioni di forte fragilità e di generale impoverimento soprattutto per quelle fasce maggiormente a rischio anche prima della sopraggiunta del coronavirus.In altre parole siamo di fronte ad un’emergenza sociale di grande portata che ci chiede di intervenire con un piano di politica sociale, capace di far fronte al bisogno relazionale, all’interno di rigorosi protocolli di carattere sanitario. Un tempo di forte fragilità e delicato, tanto più in quanto verosimilmente, non circoscritto in un periodo breve, ma della durata di diversi mesi.

La ripresa della vita “economica e produttiva” rischia di lasciare in secondo piano quella che invece deve e dovrebbe diventare il motore di una “rinascita”, ovvero la ripresa e la ricostruzione di una vita sociale che faccia maggiormente presa sul valore e la potenzialità delle relazioni di comunità.

Ripresa che diventa necessaria per poter dare risposte di vicinanza a famiglie, bambini, ragazzi e persone fragili. In particolare con il ritorno al lavoro molti nuclei potrebbero trovarsi in difficoltà (con il rischio che, soprattutto, diverse donne potrebbero trovare compromessa la propria professione) e alle porte di un’estate caratterizzata da uno scenario inedito con il venir meno di vacanze e ferie e la rimodulazione delle consuete risposte dei servizi e dei soggiorni estivi.

È a partire da queste premesse che si è venuta a costituire, con l’impegno dell’ASD Ascot Triante, dell’ASD Silvia Tremolada e della Cooperativa Novo Millennio una significativa collaborazione tra soggetti e reti di territorio (Rete TikiTaka, Inclusive Future, rete CEMM, Caritas Decanale di Monza, Oratori, …) al fine di proporre risposte integrate di servizi per l’estate. Segnaliamo inoltre l’interlocuzione con la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza. La costruzione di una modalità di lavoro capace di fare leva sulle forze pubbliche e private delle comunità territoriali, siamo certi sia un’importante azione strategica che potrebbe portare efficaci frutti ben oltre il tempo estivo, nel radicamento di buone prassi e relazioni, e nella costruzione di progetti che potrebbero protrarsi nei mesi autunnali.

Non sai dove iscriverti?

Compila questa form, ti contatteremo per indirizzarti ad uno dei nostri camp che ha ancora posti disponibili 😉

NOTIZIEtutte le informazioni e gli eventi

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTOBAMBINI, FAMIGLIE, SPORT &LAVORO

L’obiettivo generale che fa da asse portante di tutto il progetto di sistema, è quello di dare il maggior numero di risposte nei luoghi e nei territori dove le persone vivono, nell’attivazione di virtuose reti locali che a fianco del Pubblico possano promuovere e gestire attività mirate.

A fianco di questo obiettivo vi è anche quello di costruire collaborazioni che possano rendere possibile un uso articolato e tutelante dei preziosi Spazi Pubblici e Privati della nostra città: innanzi tutto il Parco di Monza, ma anche parchi giochi, palestre, scuole, centri civici, oratori, impianti sportivi, cortili e giardini condominiali, …

Il progetto di sistema intende dare risposte concrete ai bisogni emergenti e che toccano diversi livelli e fasce di popolazione, nell’attenzione e nella cura delle situazioni di maggiore fragilità. Occuparsi e assicurarsi della tenuta delle fasce più deboli ed esposte è anello essenziale della più ampia tenuta sociale.

Con il progetto si intende rispondere a bisogni trasversali:

  • alle famiglie, nella costruzione di iniziative a supporto per consentire non solo la ripresa del lavoro, ma anche vicinanza relazionale e sostegno alle situazioni di fragilità;
  • ai bambini e ragazzi di ogni fascia età per ricreare occasioni di interazione sociale, di incontro con gli amici, di formazione e didattica, attraverso il gioco, il divertimento, lo sport, e diverse iniziative che afferiscono alle arti espressive;
  • agli adolescenti, che con la parziale riapertura dopo il lockdown si sono riversati nelle strade nel loro bisogno vitale di relazione, attraverso proposte mirate e creative e nella collaborazione alla gestione delle attività, a fianco di educatori e animatori;
  • ai ragazzi con disabilità, riattivando i necessari processi di relazione e di inclusione, supportandoli e riaccompagnandoli all’incontro con amici e compagni;

ad alcune persone senza lavoro del quartiere, offrendo la possibilità di essere ingaggiate per la pulizia, con prodotti sanificanti, degli spazi usati per le attività (ad es. colf che si trovano attualmente senza lavoro).

SPONSOR E SOSTENITORI

DIVENTA ANCHE TE PARTNER

I NOSTRI CAMP

TROVA IL CAMP PIù VICINO A TEUNA VIA PER L'ESTATE